login
registration

Chiusi

Chiusi

Chiusi

Chiusi è una delle più antiche città etrusche. Nel VI secolo a.C., è una fiorente lucumonia, con un territorio molto vasto tra Toscana, Umbria e alto Lazio. Fra i protagonisti del periodo etrusco figura il lucumone Porsenna, ricordato dalla tradizione latina per il suo intervento militare contro Roma, a supporto del re Tarquinio il Superbo.

Situata nel nodo stradale dell’Etruria continentale, Chiusi continuò ad aver vita fiorente anche in epoca cristiana. Nel Medioevo, la città conobbe un lungo periodo di decadenza a causa della sua posizione geografica, al limite meridionale della Valdichiana, e seguì la sorte della valle quando questa divenne improduttiva e malarica. Dall’XI secolo il potere della città rimase saldamente nelle mani del suo vescovo. Dopo alterne vicende, Chiusi fu inglobata da Siena, della quale seguì la sorte fino all’anno 1556, quando fu definitivamente assoggettata al Granducato.

Il centro storico di Chiusi è posto su un’altura, mentre l’espansione moderna si sviluppa sul piano della città romana. Da visitare il Museo Nazionale Etrusco, che conserva diversi reperti di pregio provenienti dalle numerose necropoli e dagli insediamenti rinvenuti in città e nei dintorni, il Museo Civico “La Città Sotterranea”, allestito in percorsi sotterranei, il Museo della Cattedrale, con la pregevole collezione di codici miniati benedettini. E, ancora, le catacombe, la Cattedrale di San Secondiano e il suggestivo Labirinto di Porsenna, costituito da un sistema di cunicoli sotterranei.

Nei dintorni, merita una visita il lago di Chiusi, che ospita numerose e rare specie animali e vegetali. Uno degli itinerari da percorrere per una passeggiata, a piedi o in bicicletta, è il Sentiero della Bonifica, che segue per diversi chilometri il corso del Chiana collegando Chiusi ad Arezzo.

invia ad un amico Stampa
Esplora la mappa

Alla scoperta della Val di Chiana

'