login
registration

Montepulciano

Montepulciano

Montepulciano

Montepulciano sorge su un’elevata collina a cavallo della dorsale che divide la Val di Chiana dalla Val d’Orcia.

I molti ritrovamenti archeologici, in parte custoditi nel Museo Civico, attestano che il territorio fu abitato già a partire dall’VIII secolo a.C., mentre i primi dati documentari in cui si cita il toponimo politiano sono di epoca longobarda.

Lo sviluppo del libero comune si può datare a cavallo tra l’XI e il XII secolo. Nella seconda metà del XII secolo, la vocazione all’indipendenza di Montepulciano dovette fare i conti con le mire espansionistiche di Siena. Le alleanze stabilite con Firenze, Perugia e Orvieto permisero a Montepulciano di resistere a lungo agli attacchi dei Senesi, ai quali infine dovette sottomettersi dopo la battaglia di Montaperti nel 1260. Nel Trecento, Montepulciano si alleò stabilmente con Firenze. Nel secolo XVII, concluso il periodo delle guerre, la città visse un lungo periodo di pace e prosperità. Subentrati quindi i Lorena ai Medici, nel Settecento, Montepulciano fu direttamente interessata da uno degli interventi di maggiore impegno dei nuovi Granduchi: quello della bonifica della Val di Chiana.

La Montepulciano odierna conserva le belle architetture d’epoca rinascimentale, la Fortezza medievale, interamente ristrutturata tra Ottocento e Novecento, il settecentesco Palazzo Bucelli, con il prezioso basamento di frammenti lapidei. E, ancora, la Chiesa di Sant’Agostino, la Chiesa di Santa Lucia, la ben nota Torre di Pulcinella e le cinquecentesche Logge del grano, opera di Ippolito Scalza. In Piazza Grande, si trovano il Duomo con la solida torre campanaria e il pozzo dei grifi e dei leoni di Antonio da Sangallo il Vecchio. Senz’altro da visitare, infine, la Chiesa di Sant’Agnese, con il portale trecentesco, e il maestoso Tempio di San Biagio, splendido esempio di architettura rinascimentale.

invia ad un amico Stampa
Esplora la mappa

Alla scoperta della Val di Chiana

'