login
registration

Torrita di Siena

Torrita di Siena

Torrita di Siena

Avamposto strategico e baluardo della Repubblica di Siena, nel 1210 Torrita fu elevata a feudo dall’Imperatore Ottone IV e ceduta alla famiglia Cacciaconti. Durante la Battaglia di Montaperti, combatté con i Senesi contro i Guelfi fiorentini. Seguì le sorti di Siena fino alla dominazione dei Medici.

Il paese, castello fortificato situato su un’altura e circondato dalla cinta muraria munita di quattro antiche porte, si sviluppa attorno alla Piazza Matteotti, con l’antica cisterna dell’acqua situata nel punto d’incontro delle quattro strade che conducono alle porte del paese. Sulla piazza sorgono il Palazzo Comunale (ex Palazzo Pretorio) con la torre merlata, risalente al XIII secolo, e il Teatro Comunale degli Oscuri.

Tra le chiese sono da menzionare la Chiesa delle Sante Flora e Lucilla, in stile romanico, il piccolo oratorio della Madonna delle Nevi, la Chiesa di Santa Croce, con la facciata in laterizio rosso e l’interno barocco, la Chiesa della Santissima Annunziata, costruita intorno alla metà del XVI secolo, la Chiesa della Madonna della Pace, la Collegiata dei Santi Martino e Costanzo e la Chiesa della Madonna dell’Olivo, con la facciata con tetto a capanna.

Conosciuta anche per il ben noto Palio dei somari, che si corre dagli anni Sessanta, Torrita ospita l’importante evento musicale Torrita Blues Festival.

invia ad un amico Stampa
Esplora la mappa

Alla scoperta della Val di Chiana

'